martedì 10 agosto 2010

Sutra del Loto. Capitolo 20. Il Bodhisattva Sadapaributa (Mai sprezzante)


Cap. XX - Il Bodhisattva Sadapaributa (Mai sprezzante)
Mi ricordo di un tempo passato in cui c’era un Buddha chiamato Bismagaritasvararaja (Re Suono maestoso), dotato di poteri e saggezza sconfinati, guida e maestro di tutti, attorno a cui dei, uomini, draghi e spiriti si riunivano per tributargli offerte. Dopo l’estinzione di questo Buddha, quando anche la sua legge era sul punto di estinguersi, viveva un Bodhisattva che si chiamava Mai Sprezzante, in un epoca in cui c’erano monaci estremamente arroganti. Questo monaco, chiunque incontrasse, si inchinava e pronunciava parole di lode dicendo:



“Nutro per voi un profondo rispetto perché voi tutti state seguendo la via del Bodhisattva e certamente conseguirete la buddhità”
Questo monaco non si dedicava a leggere o proclamare le scritture ma se ne andava semplicemente in giro inchinandosi alla gente.
Tra le quattro categorie di credenti, però, c’erano molte persone che parlavano male di lui e lo insultavano. Trascorsero così molti anni durante i quali questo monaco fu disprezzato e ingiuriato. Tuttavia egli non si lasciava mai prendere dalla collera e anche quando lo picchiavano ripeteva “Nutro per voi un profondo rispetto perché voi tutti state seguendo la via del Bodhisattva e certamente conseguirete la buddhità”
Per questo motivo egli fu soprannominato Mai sprezzante.
Quando questo monaco fu sul punto di morire, udì dall’alto dei cieli un milione di versi del Sutra del Loto che in precedenza era stato predicato dal Buddha Re Suono Maestoso. In quel momento allora acquistò la purezza della vista, dell’olfatto, dell’udito del corpo e della mente e la sua vita si allungò di duecentodiecimila milioni di nayuta di anni ed egli andò in giro in lungo e in largo predicando il Sutra del Loto.
Allora, le quattro categorie di credenti che fino a quel momento lo avevano disprezzato, vedendo che egli aveva acquistato tutte queste virtù sovrannaturali, udendo la sua predicazione presero fede in lui e volontariamente si fecero suoi fedeli seguaci.
Ora ascolta, Dotato di grande autorità, quel Bodhisattva ero io, e le quattro categorie di credenti sono i presenti oggi a questa assemblea.
Perciò, coloro che lo praticano, dopo l’estinzione del Buddha, se odono un sutra come questo, non nutrano il minimo dubbio o perplessità, ma con tutto il cuore predichino questo sutra in lungo e in largo, per incontrare i buddha era dopo era e completare rapidamente la via del Buddha.
Per spiegare in breve tutte le dottrine possedute dal Tathagata, tutti i poteri di cui egli dispone e di cui si avvale liberamente, tutti i tesori fondamentali del Tathagata, tutte le più profonde questioni del Tathagata, tutto questo è dichiarato, rivelato e spiegato chiaramente in questo sutra.

1 commento:

-- --
-- --
-- --